Come operiamo

  • Promuoviamo e tuteliamo il diritto alla salute e la dignità delle persone erogando all’ospedale Vezo assistenza medica e specialistica in conformità alle autorizzazioni e convenzioni in atto con le competenti Autorità Sanitarie del Madagascar.
  • Promuoviamo la preparazione di personale sanitario anche attraverso rapporti di collaborazione e affiancamento con Istituzioni sanitarie italiane e del Madagascar. Coinvolgiamo giovani studenti e neolaureati in medicina e in infermieristica che all’ospedale vengono affiancati da medici e infermieri esperti.
  • Programmiamo semestralmente le attività dell’ospedale sulla base di un’attenta analisi dei fabbisogni manifestati dalla popolazione locale e dalla corrispondente ricerca in Italia sulle disponibilità dei volontari e alle loro specifiche professionalità (medici di base e specialisti, infermieri, fisioterapisti, ostetriche, tecnici, operatori logistico-organizzativi)
  • Perseguiamo un approccio professionale responsabile, volto ad ottenere il massimo dell’efficacia nell’operare, al fine di rispondere alle reali necessità e bisogni di salute della popolazione che accede all’ospedale Vezo
  • Organizziamo eventi e svolgiamo opera di sensibilizzazione presso privati, Enti ed Istituzioni in Italia e in particolare della Regione Emilia Romagna per la raccolta di fondi, materiali ed attrezzature da destinare all’assistenza sanitaria in Madagascar.

 

 

 


Volontari in Madagascar

I volontari sono il patrimonio più importante della nostra associazione. In questi otto anni di attività sono 400 le persone che hanno lavorato con noi all’ospedale Vezo.

Decidere di fare una esperienza di volontariato non è una scelta banale, perché richiede la capacità di adeguare le proprie scelte di vita alle opportunità professionali, di adattarsi a contesti diversi, di relazionarsi con gli altri sul piano professionale e personale

 

Chi cerchiamo

Professionisti che sappiano coniugare competenze tecniche, spirito di servizio e valori di solidarietà.  Le competenze e le professionalità richieste riguardano profili sanitari – medici delle diverse discipline, infermieri, tecnici sanitari – e logistico-organizzativi. Non è richiesta, anche se utile, una esperienza lavorativa in paesi in via di sviluppo.

Le diverse professionalità sono integrate in modo da costituire équipe che consentano  di garantire la continuità delle cure.

In Madagascar si parla malgascio e francese, per cui conoscere questa lingua può essere d’aiuto, ma non necessario. Sul posto infatti impieghiamo tre mediatori culturali che consentono la relazione con la popolazione locale, nonché la traduzione italiano-malgascio.

 

Come si diventa volontari della nostra Associazione

Periodicamente – di norma due volta al mese – l’Associazione incontra le persone che desiderano candidarsi.

Gli avvisi delle riunioni sono pubblicati sulla home page di questo sito. 

Il clic su contatti e la successiva nostra risposta completano il primo approccio.

La prima riunione è informativa del progetto ed è utile ai condidati e all’associazione per comprendersi a vicenda sull’opportunità di proseguire.

La seconda fase prevede la partecipazione ad un percorso formativo che ha lo scopo di inserire il volontario  nel contesto di lavoro e di vita ad Andavadoaka

Ultima fase: gli accordi per la partenza, la permanenza, il ritorno. Le date di partenza ed il temmpo di permanenza sono concordati sulla base delle reciproche esigenze del volontario e delle attività dell’Ospedale. 

Chiediamo al volontario in missione di sottoscrivere un patto sottoforma di VADEMECUM nel quale sono indicati valori e regole di comportamento.

 

 

Al rientro chiediamo al volontario di riferirci della sua esperienza, utilizzando la pagina Guest Book del sito: le critiche, gli apprezzamenti, le storie di vita di ciascuno sono utili per migliorare il servizio in ospedale e le altre attività associative. E’ comunque un dono che il volontario fa a se stesso, alla comunità dei volontari, alla comunità di Andavadoaka.

I testi – se arrivati via e-mail e comunque con il consenso del volontario – sono pubblicati sul sito alla pagina Guest Book. 


La corte dei gechi

Per rendere più confortevole il soggiorno dei volontari in missione ad Andavadoaka abbiamo costruito nel 2009, adiacente all’ospedale, la casa dei volontari.

L'abbiamo chiamata “La CORTE DEI GECHI”, perché qui i gechi sono di casa.

Costruita anch’essa in muratura, è partita da planimetria di circa 500 mq per offrire 4 camere con 3 letti ciascuna e servizi annessi, una cucina, una dispensa e una ampia sala da pranzo. 

Ma aumentano i servizi sanitari offerti alla popolazione e aumentano le necessità di ospitalità ai volontari. Stiamo quindi costruendo altre 2 ampie camere che sono ormai in via di ultimazione. 

Il tutto si affaccia su una corte interna.


Volontari in Italia

Se non hai la possibilità di partire per il Madagascar, ma condividi i valori e gli obiettivi dell’Associazione, puoi svolgere attività di volontariato anche in Italia.

Puoi partecipare ai nostri eventi o proporne e organizzarne altri di tua iniziativa.

Puoi svolgere opera di sensibilizzazione presso privati o Enti ed Istituzioni in Italia e in particolare nella Regione Emilia Romagna per la raccolta di fondi, materiali, farmaci ed attrezzature da destinare all’assistenza sanitaria in Madagascar.

Vedi sulla Home Page tutti i nostri eventi


Documenti

Vademecum del volontario.pdf
Documento Adobe Acrobat 729.9 KB

Amici di Ampasilava - Madagascar

via del Pratello, 13

40122 - Bologna (BO) - ITALIA

C.F. 91273480375

email: info@amicidiampasilavaonlus.com

Sostieni l’Associazione

C/C Cassa di Risparmio di Cento (FE)

IBAN: IT52R0611523400000001359159

C/C Emil Banca filiale Mazzini (BO)

IBAN: IT84M0707202403021000094597

Amici di Ampasilava - Madagascar 

è membro della ONLUS

VIM - Volontari Italiani per il Madagascar 

Siamo soci di